Dieta Iperproteica: una caloria vale sempre una caloria?

data September 20th, 2011 autore Andrea
mela

C’è un detto: una caloria è una caloria. Senza analizzare la situazione, molte persone trovano difficile immaginare che si possano prendere due diete identiche a livello calorico ma differenti per composizione di macronutrienti. Ad esempio una dieta ricca di carboidrati rispetto a una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati ma iperproteica e perdere più peso con una che con l’altra.

O meglio ancora, aumentare di peso con una e perdere peso con l’altra. Una caloria è DAVVERO una caloria? Energia nel sistema – energia fuori dal sistema? C’è forse qualche altra frase “scientifica” che possiamo tirar fuori per dire che è impossibile? L’ignoranza e l’arroganza si combinano per indurre la gente abbastanza intelligente a fare commenti veramente stupidi.


Chi mai dice: “non so”, quando in realtà non lo so? Ovviamente è meglio fare qualcosa sulla base di intuizioni, ipotesi con un tocco di scienza per renderle più appetitose. Non pretendo di essere immune. Tutti sbagliano, me compreso. Mi ci è voluto molto tempo per imparare a dire: “non so”, il che risulta essere la cosa più preziosa che io abbia mai imparato.

Non sopporto che venga detto “è impossibile manipolare carboidrati, proteine e grassi e perdere peso senza tagliare le calorie”. Una caloria è una caloria. E’ la prima legge della termodinamica. Ha! Prendi questo! Ho detto un parolone scientifico. Provate a contraddirmi adesso!

Ok, permettetemi di darvi un consiglio: non discutete di fisica con un fisico se non siate dei fisici pure voi. E’ doloroso per tutti i soggetti coinvolti, soprattutto il per fisico. L’ascolto di stupidità fa male. È vero, la prima legge della termodinamica si applica, ma si dice solo che l’energia totale del sistema prima e dopo deve essere uguale. Non dice nulla circa l’efficienza del corpo a convertire il cibo in energia (energia da utilizzare immediatamente o da mettere da parte sotto forma di grasso), né dice se più o meno energia viene sprecata se la ripartizione dei macronutrienti della dieta cambia. In altre parole, la legge non dice nulla sull’efficienza. Anche se le calorie sono uguali, la suddetta legge non può dirci se mangiare carboidrati provoca le stesse reazioni nel corpo rispetto a mangiare grassi. In realtà non dice nulla, tranne circa l’ignoranza della persona che l’ha invocata!

L’Idea (errata)

Date due diete identiche nel conteggio delle calorie, le due devono produrre la stessa perdita o aumento di peso indipendentemente dal contenuto macronutrienti.

La logica (errata)

Per la prima legge della termodinamica, che dice che l’energia non si crea e non si distrugge, 100 calorie di carboidrati producono effetti identici a 100 calorie di grassi o proteine.

La Realtà

L’idea che una caloria vale una caloria in realtà viola le leggi della fisica e contraddice alcuni studi, quindi è possibile manipolare macronutrienti per causare la perdita di peso, anche aumentando le calorie. E’ qui che la seconda legge della termodinamica entra in gioco, questa introduce il concetto di efficienza. Nella sua forma più fondamentale, l’efficienza consiste in quanto lavoro è possibile ottenere data una certa quantità di energia . Un esempio pratico è quello di un motore a combustione come quello della tua auto, che mediamente ha un efficienza del 33%, il che significa che solo un terzo dell’energia viene utilizzato dalla macchina, mentre gli altri due terzi vengono dispersi in calore.

Il corpo funziona più o meno allo stesso modo. Con una dieta standard con circa il 60% di carboidrati, il corpo umano disperde circa i due terzi dell’energia ingerita sotto forma di calore. Una quantità significativa viene utilizzata per contribuire a tenere la nostra temperatura interna costante, ma una parte dell’energia è dispersa in altri modi.Ma cosa succede quando si cambia l’efficienza del carburante? Il buon senso ci dice che l’efficienza cambierà  cambiando il combustibile.

Il corpo obbedisce alla seconda legge della termodinamica come alla prima, quindi varia in termini di efficienza energetica in base al tipo di attività, ai livelli ormonali e soprattutto al tipo di combustibile che gli offriamo. Ecco perché Atwater, il padre dei valori calorici 4-4-9 per carboidrati, proteine e grassi, ha fatto una distinzione tra i valori a due livelli: fisico e fisiologico. Il primo è la quantità di energia si può ottenere dalla combustione con ossigeno in senso letterale. Si “lancia” il cibo in un forno immaginario e si registra la quantità totale di calore rilasciato. Il valore fisiologico è la quantità di energia che l’organismo può ricavare dalla combustibile, che può essere inferiore.

I valori a livello fisico e fisiologico non corrispondono per le proteine. Ci vuole energia per digerire e assimililare il cibo che mangiamo, energia che in parte viene sprecata come calore. C’è una vasta quantità di ricerche sul tema: circa il 2% delle calorie ingerite di grasso, il 7% di carboidrati e il 30% delle proteine viene dispersa in calore ogni volta che mangiamo.

Fermiamoci per un secondo. Questo è un fatto ben noto. Non c’è disaccordo nella comunità scientifica. Sapendo questo, è possibile calcolare la differenza dei valori fisiologici del carburante tra due diete identiche. Se si paragonano una dieta che consiste nel 60% in carboidrati con una dieta iperproteica, è possibile notare come due diverse diete possano avere valori energetici fisiologici molto differenti, magari anche con centinaia di calorie di differenza!

Ciò che sto per dire mi sembra ovvio a questo punto: essere inefficiente è una buona cosa se amate il cibo. Se si riesce a rendere il proprio corpo inefficiente, si può mangiare di più e di fatto perdere peso.

Una caloria NON vale sempre una caloria: fine della storia.

 

 

Image: Stuart Miles / FreeDigitalPhotos.net

Hai trovato questo articolo interessante? Non dimenticare di cliccare MI PIACE.
You can leave a response, or trackback from your own site.
Leave a Reply

Desideri tenerti in forma e mangiare sano? Clicca mi piace per ricevere consigli per migliorare la tua forma fisica!

 

Powered by WordPress
Contattaci     Siti Amici     Privacy     About me

Sprintrade Network